Morbido, gustoso e genuino: never say no to polpo alla brace!

Il polpo può essere cucinato in tanti modi, ma alla brace è sicuramente più salutare

Lo so, noi napoletani siamo famosi per “o’purpo all’insalata” e per i “polipetti alla luciana”, ma mica questo fantastico animale marino sappiamo cucinarlo solo così?

Dovete sapere che esiste anche una gustosa, croccante, semplice e genuina variante che potrebbe interessarvi: il polpo alla brace !

Ebbene sì, perché noi sulla brace vogliamo metterci proprio tutto, e il polpo non poteva proprio mancare. Prodotto generalmente stagionale e legato al territorio, se grigliato con maestria e affiancato ad una bella insalata di cipolla rossa, fa la sua signor figura e può regalare una vera e propria experience culinaria durante simpatiche grigliate primaverili ed estive.

Ovviamente dobbiamo presentarvelo: insomma, dobbiamo conoscere le sue peculiarità!

Il polpo di scoglio, detto anche “polpo verace”, possiede carni delicate, pregiate e lo si riconosce dalla doppia serie di ventose su ogni tentacolo. E’ povero di carboidrati, di grassi ed è ricco di proteine, che infatti rappresentano circa il 10% del peso. Questo non significa che potremo abusarne, perché potrebbe essere fonte di colesterolo!

Questo mollusco cefalopode si trova in tutti i mari, anche nel nostro amato Mar Mediterraneo: c’è da dire però che esso viene pescato solo nel corso della stagione invernale, tra settembre e dicembre e in tarda primavera-estate, ossia tra l’inizio di giugno fino a tutto luglio.

Ecco perché ora è nelle nostre mani, e ci fa “sbariare” in tutti i modi!

Da Corrado ve lo cuciniamo in qualunque modo vogliate, ma vale la pena assaggiarlo anche così, alla brace, buono e leggero!

Credetemi, ne rimarrete estasiati!

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.