Una fra le novità più belle annoverate da questo ristorante al fine di soddisfare le esigenze e le aspettative dei propri clienti, è la bagnatrice per zuppe “da Corrado.”  Il macchinario in questione,in una macroscopica descrizione, ha il compito di ricalcare fedelmente la fase di un intero ciclo di lavorazione di una zuppa fino alla sua cottura finale, sostituendo però la manualità ad una azione di tipo elettronico-meccanico.
Questo per ovviare ad alcune anomalie da noi osservate. Anzitutto lo standard di cottura che variava per le diverse zuppe condizionato essenzialmente dalla stanchezza e dallo dispendio fisico dell’operatore.
Motivi di ordine igienico per il depositarsi nel pentolone di tutti i detriti delle cozze e dei frutti di mare durante i vari cicli di lavorazione.


Motivi di sicurezza verso i nostri clienti ai quali garantiamo che ogni singola zuppa gode dello stesso tempo di cottura,dello stesso gettito di brodo d’acqua, dello stesso gradiente di calore (superiore ai 100° C), il tutto per annullare la possibilità di infezioni tossico alimentari.
Come funziona il nostro macchinario?
Le zuppe,in ordine di due per volta,vengono adagiate su di un apposito cestello sopra di cui vi è un bocchettone multiforato dal quale,con la semplice azione di spingimento di un tasto, fuoriesce un gettito di acqua  nella quantità e nel modo da noi programmato(generalmente 30 litri in 30 secondi). I cestelli,dotati per una intera semicirconfernza di filtri da contenimento,al termine del tempo stabilito, attraverso l’azione di apposite valvole,vengono sollevati in avanti per favorire l’intero scarico dell’acqua presente nel piatto. L’acqua di cottura,attraverserà uno scivolo alla cui estremità sono posizionati altri filtri di contenimento per finire la sua corsa in un pentolone a vasca sottostante. Durante questa fase è possibile osservare la uniformità della cottura di ogni singola zuppa e l’azione di trattenimento da parte dei filtri di tutte le impurità.

Nel pentolone di raccolta,entra solo ed esclusivamente acqua pulita da ogni forma di detriti per cui è capace di attraversare i motori senza produrre danni. Nella fase successiva,l’acqua di cottura,avvalendosi dell’effetto Bernouilli, grazie alla presenza di un tubo di collegamento,passa dal pentolone posto sotto lo scivolo a quello posto sotto i cestelli.
La presenza di una pompa centifruga permette il costante riciclo dell’acqua in modo da non alterare o disperdere il gusto o il sapore dei mitili e dei frutti di mare.
L’acqua di cottura,verrà ciclicamente sostituita da altra acqua presente in un contenitore raccordato lateralmente la nostra bagnatrice ogni qualvolta se ne ravvede la necessità .
Da osservare l’enorme quantità di detriti raccolti dai nostri filtri,la cottura sempre uniforme delle nostre zuppe ,bagnate e portate a cottura rigorosamente ad acqua bollente grazie alla presenza sotto ai pentoloni di foconi a gas ad alta temperatura. Questo macchinario è stato propagandato e messo in onda da diversi programmi RAI e Mediaset ed è stato oggetto di encomio di tecnici illustri che ne certificano le indubbie superiori capacità nel conferrire maggiori qualità al nostro prodotto.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.